Creugante ~ Antonio Canova 


Tramonto palermitano


 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Remembrance 25/04/2017

DIstrazione


Today we celebrate two important occasions in Australia and in Italy. One is called ANZAC DAY and the other one is called FESTA DELLA LIBERAZIONE. The first is the occasion in which australian remember fallen ”heroes” killed in battle in particular during LANDING AT THE ANZAC COVE while the second one is the occasion during which italian people celebrate the liberation from the nazi-fascist regime.

I think that both are important to remember how freedom is one of the most important rights of the world. So according to me, we must remember that being free is the most great fortune of this century. Today we can talk about anything without any control; we can travel all over the world and we can have our personal ideas about everything. But yet in this century, there are a lot of people that can’t do that. They still are under ”slavery” because there is always someone who wants to overwhelm other: government, powerful people.

I wonder… why?  Why can’t we live in a free world? There are large number of questions to answer. However what can we do? We can just do our best, remembering what means being free and not forget the people that fought for it because they didn’t have our good fortune.

Neverthless we have to continue the fight for freedom because the ”war” isn’t over yet and I don’t believe it’ll ever be over.

SO JUST REMEMBER IT NOW AND FOREVER.

Trieste


Eccomi di nuovo qua! Sono appena tornata da un breve viaggio durato poco più di un giorno nella famosa Trieste, città ricca di storia e di posti bellissimi. In questo breve arco di tempo sono riuscita a visitare davvero tanti musei e luoghi meravigliosi che mi hanno veramente colpita. Tra questi voglio menzionare la Risiera di San Sabba costituita da una serie di edifici costruiti nel 1898 per la pilatura del riso alla periferia della città e utilizzata durante la seconda guerra mondiale come campo di concentramento dai nazisti, il celebre Castello di Miramare costruito da Ferdinando Massimiliano nonché arciduca d’Austria e imperatore del Messico, infine la zona centrale della città costituita dal Castello di San Giusto e dai musei collocati proprio nella stessa area.

Non tutti sanno che la Risiera, situata nella zona periferica venne dapprima utilizzata dall’occupatore nazista come campo di prigionia provvisorio per i militari italiani catturati dopo l’8 settembre 1943 e soltanto verso la fine di ottobre, esso venne strutturato come Polizeihaftlager, letteralmente ”Campo di detenzione di polizia” adibito quindi sia allo smistamento dei deportati e al deposito dei beni razziati, sia alla detenzione ed eliminazione di tutti coloro che andavano contro il regime.

IMG_20170414_154840

Risiera di San Sabba

 

 

Consiglio di andare in questo luogo non solo perchè testimonianza storica e luogo della memoria, ma è la prova evidente della crudeltà dell’essere umano e di quanto noi tutti siamo capaci di fare per annientare gli altri.

IMG_20170414_130400Un altro luogo storico che ho amato particolarmente è stato il Castello di Miramare sia perché è collocato in una zona veramente bellissima che comprende un parco enorme e incantevole con tutte le sue fontane e i praticelli verdi, sia perché con mio grande stupore ho scoperto all’interno del Castello, assolutamente visitabile dai turisti, una delle più belle collezioni orientali che io abbia mai visto e considerando che studio lingue orientali, per me è stato come aver trovato ”il paradiso”.

IMG_20170414_131217

Vista del parco

Difatti ho scoperto che l’arciduca e sua moglie non solo amavano viaggiare e collezionare oggetti di valore, ma cercavano di riprodurre all’interno della loro dimora sia l’aspetto della cabine delle navi che lo stesso arciduca aveva comandato per esempio la Novara, sia di riproporre in maniera quasi personale e alternativa un’usanza iniziata già dai suoi predecessori, quella di riproporre un’intera stanza con uno stile totalmente orientale. Testimonianza di ciò è la Chinesisches Zimmer (il salotto cinese) nella quale l’arciduca fece sistemare il vasellame cinese, insieme a delle piattaforme sostenuta da intagli in legno a forma di fiori e foglie in quanto voleva richiamare l’effetto delle lacche cinesi stesse.

IMG_20170414_132346

Salotto cinese (Lampadario)

Inoltre al centro della stanza vi è uno stupendo lampadario che illumina parte della stanza, già illuminata grazie alla luce filtrante delle finestre.

Oltre a ciò vi è anche il salotto giapponese che pur presentando delle caratteriste giapponesi quali per esempio la boiserie delle pareti che riproduce i fusti dei bambù o ancora i pannelli in lacca con composizioni di fiori e uccelli, rimane legato alla forte tradizione della cineseria settecentesca.IMG_20170414_132323

Dunque la residenza è ricca di stanze particolari e di opere inestimabili che confermano l’esotismo e il gusto dell’arciduca, che è inoltre presente anche in una stanza detta ”turca” situata nel Castelletto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un’ultima tappa della città è stata il Castello di San Giusto dentro il quale non sono potuta entrare, ma che considero una tappa fondamentale insieme al museo civico di Storia e Arte dove sono presenti tantissimi oggetti egiziani, romani, greci e addirittura maya che consiglio di non perdere soprattutto per chi è amante dell’archeologia e della storia.

Fonti:

Massimiliano e l’Esotismo nel Castello di Miramare (libro acquistabile all’interno del museo del Castello).

8 SETTEMBRE 1943


Salve a tutti, mi scuso per la mia assenza, ma sono stata impegnata con l’immatricolazione all’università e non ho avuto tempo per scrivere. Finalmente posso annunciare a tutti di essere una studentessa di lingue (coreano e giapponese), alla Ca Foscari di Venezia.

Come è ben visibile, il titolo riporta una data importante per noi italiani; giorno in cui il generale Pietro Badoglio annunciò l’armistizio di Cassibile, firmato il 3 settembre dello stesso anno. Questa data pose fine alle ostilità con le truppe angloamericane e la fine totale o quasi del regime fascista. Oggi molto probabilmente, nessun italiano ricorderà questa data, ma riflettendoci penso sia una data da non dimenticare in quanto senza questo armistizio, probabilmente le sorti del paese, sarebbero state altre.

E non solo, ma questo atto diede avvio a una serie di ”battaglie civili” tra partigiani italiani e italiani fascisti. Molti non si rendono conto che quel periodo puo’ essere visto o considerato come ben venga, come un periodo di sangue e lotte civili tra gli italiani stessi. Non fu soltanto una lotta al nemico esterno, ma una vera e propria lotta interna.

Penso che sia giusto non dimenticare questa data e tutti i nostri ”fratelli’ d’Italia che hanno lottato per qualcosa in cui hanno veramente creduto e per il nostro futuro.

Spesso e volentieri dimentichiamo parte della storia sia a causa dei libri di storia che descrivono la storia solo vissuta da due grandi opposizioni (vincitori e vinti), sia perchè siamo troppo presi dalle nostre vite quotidiane a tal punto che dimentichiamo il nostro passato quando in realtà senza di esso, il futuro, il nostro presente attuale, non esisterebbe.

Voi cosa ne pensate?

Siete a favore di una revisione della storia? Credete che la memoria non sia importante?

Mi piacerebbe avere le vostre opinioni.

A voi la risposta.

 

Remembrance 25/04/2016

DIstrazione


Today we celebrate two important occasions in Australia and in Italy. One is called ANZAC DAY and the other one is called FESTA DELLA LIBERAZIONE. The first is the occasion in which australian remember fallen ”heroes” killed in battle in particular during LANDING AT THE ANZAC COVE while the second one is the occasion during which italian people celebrate the liberation from the nazi-fascist regime.

I think that both are important to remember how freedom is one of the most important rights of the world. So according to me, we must remember that being free is the most great fortune of this century. Today we can talk about anything without any control; we can travel all over the world and we can have our personal ideas about everything. But yet in this century, there are a lot of people that can’t do that. They still are under ”slavery” because there is always someone who wants to overwhelm other: government, powerful people.

I wonder… why?  Why can’t we live in a free world? There are large number of questions to answer. However what can we do? We can just do our best, remembering what means being free and not forget the people that fought for it because they didn’t have our good fortune.

Neverthless we have to continue the fight for freedom because the ”war” isn’t over yet and I don’t believe it’ll ever be over.

SO JUST REMEMBER IT NOW AND FOREVER.